Close

Not a member yet? Register now and get started.

Consulenze per i privati   

Giornalmente riceviamo richieste da parte di privati, interessati a realizzare una vasca idromassaggio su misura nella propria residenza. Difatti, nonostante la vasta scelta di modelli presenti sul mercato, non sempre si riesce a risolvere il problema di adattare un impianto idromassaggio al proprio bagno, o semplicemente si desidera avere un prodotto su misura, unico. Sta quindi emergendo sempre più la richiesta di kit idromassaggio per realizzare impianti fai-da-te, chiaramente con tutte le istruzioni del caso, consulenza tecnica e progettazione specifica. Ma cosa occorre davvero sapere per realizzare la propria vasca idromassaggio?

Oggi le vasche idromassaggio vengono realizzate con diverse tecniche in funzione dei costi e del livello qualitativo che si desidera avere. Le tipologie principali sono:

le vasche in vetroresina, costruite con la stessa tecnica del gel-coat utilizzata per le imbarcazioni. Tale tipo di vasche sarà sempre riparabile e lucidabile anche dopo anni, sono solitamente molto più resistenti ma costano un poco di più;

le vasche in acrilico o PMMA termoformato rinforzato, costituite da una lastra di metacrilato.
Questa viene termoformata e quindi rinforzata con vetroresina spruzzata, per creare uno strato di supporto meccanicamente resistente al carico che dovrà sopportare. Tali vasche sono molto economiche ma difficilmente riparabili in caso di rottura;

le vasche in muratura, che vengono create su disegno e desiderio del cliente e successivamente rifinite con mosaici o finiture speciali. Possono essere in muratura tradizionale o in espansi tecnici preventivamente formati. Il costo principale è dovuto alla manodopera per il montaggio degli impianti e per le finiture superficiali.

Definita la vasca, occorre determinare il tipo di impianto idromassaggio da installare. Difatti le vasche idromassaggio possono essenzialmente essere suddivise in tre tipologie in base al sistema adottato: whirlpool (getto d’acqua e aria); airpool (getto d’aria); combinato.

Il sistema whirlpool, il più diffuso, consiste in un insieme di bocchette idromassaggio, in cui un getto d’acqua attraverso la bocchetta genera una depressione creando un mix aria-acqua. Il kit tradizionale comprende 6/8 bocchette, una pompa da 0,75 o 1 Hp, tubi e raccordi vari. L’azionamento della pompa può avvenire con pulsante pneumatico o centralina elettronica dotata di sensore livello acqua; con la centralina è possibile anche monitorare la temperatura dell’acqua nella vasca e impostare la durata del ciclo idromassaggio.

Il sistema airpool si basa sull’erogazione, tramite piccoli ugelli posti sul fondo della vasca, di bollicine d’aria che generano un piacevole effetto massaggiante. Tale sistema si avvicina molto a quanto avviene nelle vasche termali, dove per via naturale il vapore gorgoglia dal fondo. L’impianto classico comprende 12 getti airpool, una soffiante, tubi e raccordi vari. L’azionamento della soffiante può avvenire con pulsante pneumatico o centralina elettronica dotata di sensore livello acqua; con la centralina è possibile anche modulare l’intensità del getto airpool e impostare un gradevole effetto onda.

Il sistema combinato prevede entrambe le tipologie di idromassaggio e può essere arricchito con ulteriori dotazioni. Tra le principali segnaliamo: il kit disinfezione, i faretti (monocromatici o cromoterapia), l’ozonatore e il riscaldatore (per mantenere costante la temperatura dell’acqua).

Blue Magic è in grado di assistere i privati nelle fasi di progettazione della vasca e definizione dell’impianto idromassaggio. A tal fine si consiglia di consultare il catalogo, con particolare attenzione nella sezione dei kit, e contattare l’ufficio tecnico per suggerimenti.
In fase di montaggio, se non si ha esperienza diretta, si consiglia di avvalersi di installatori qualificati.